2005 - Bonifica eternit
Nelle demolizione delle Cartiere Burgo di Corsico, si è dovuto intervenire per bonificare una copertura in eternit conglobata nella soletta
2009 - Solido, ma pericoloso
Bonifica amianto matrice compatta, attenzione alle fibre dei manufatti deteriorati che possono essere soggette a dispersione nell'ambiente
Fotografie

Bonifica amianto

Matrice compatta o friabile? Sempre massima sicurezza

Moltissimi dei manufatti civili e industriali ormai dismessi, prima di essere demoliti richiedono la bonifica delle strutture dall' amianto che può essere presente in matrice compatta (tipo lastre eternit) o in matrice friabile, la più insidiosa, presente nelle guarnizioni e nelle coibentazioni degli impianti termici. L’amianto deve essere rimosso seguendo un rigoroso protocollo di intervento stabilito dalle rigide normative vigenti.

In questo tipo di interventi Armofer garantisce la sicurezza degli operatori impegnati dello smaltimento, dotati di tecnologie, filtri assoluti e dpi personali costantemente aggiornati e scelti fra i più innovativi che il mercato offre. Armofer opera così in totale assenza di dispersione nell’ambiente di fibre asbestose.

Il personale Armofer è inoltre opportunatamente addestrato e continuamente formato e interviene trattando ogni singolo pezzo da smaltire secondo le procedure vigenti per la bonifica e rimozione dei materiali contenenti amianto: la lunga esperienza nel campo e il coinvolgimento diretto degli Enti preposti al controllo prima, durante ed al termine della bonifica permette ad Armofer di consegnare al committente aree completamente bonificate. Il lavoro è di qualità e "chiavi in mano".

Tutto il materiale viene conferito, in appositi big bags omologati, agli smaltitori autorizzati. L'intero processo è accuratamente controllato e documentato in ogni sua fase.



mercoledì 8 gennaio 2014

2013 - Bonifica copertura in lastre in cemento-amianto

La bonifica ambientale, effettuata nel 2013, riguarda la copertura di capannoni di grande dimensione per la rimozione di circa 5.000 mq di lastre di cemento-amianto, particolarmente deteriorate di cui era costituita. L'intervento è stato eseguito in tutta sicurezza all'interno di una cementeria, mantenendo i capannoni in attività, previa costruzione di un solaio in legno (contro la caduta accidentale di materiale contaminato nel prodotto stoccato al di sotto). E' stata inoltre armata una rete anti-caduta per il personale e la linea vita per garantire l'accesso in sicurezza in ogni punto.